Bambina muore al Bambin Gesù per morbillo: non era vaccinata

Una bambina di nove anni è morta per morbillo all’ospedale Bambino Gesù di Roma: non era vaccinata.

La bambina era affetta da una grave malattia genetica, la cromosopatia ed era in cura dal 19 aprile. Il professor Alberto Villani, primario di Pediatria all’ospedale pediatrico romano e presidente della Sip, la società italiana di Pediatria, ha dichiarato alla stampa che “se non avesse preso il morbillo forse non sarebbe morta”.

La piccola è deceduta lo scorso 28 aprile all’ospedale Bambino Gesù di Roma per un morbillo, non era infatti stata vaccinata. Purtroppo non ce l’ha fatta ed è deceduta proprio per le conseguenze del morbillo, che ha innescato una insufficienza multi-organo. Abbiamo tentato di tutto”.

“Non siamo a conoscenza – ha dichiarato il medico – del modo in cui la piccola possa essere stata contagiata. Resta il fatto che non era stata vaccinata ed il principio è che se invece tutti lo fossero, i soggetti piu’ fragili sarebbero protetti. In questo caso – ha aggiunto Villani – sono due gli elementi sui quali occorre riflettere: l’esistenza di soggetti più  deboli rispetto ad altri che a volte, non vengono vaccinati per paura, e il fatto che una malattia come il Morbillo, su questi soggetti può avere complicanze ed esiti fra i più gravi”. Per Villani, “la vaccinazione verso soggetti più fragili, sarebbe auspicabile mentre spesso, si cade preda di timori infondati. Con una maggiore copertura, i soggetti più deboli correrebbero meno rischi”.

L’équipe sanitaria dell’Ospedale precisa che la bambina è morta per insufficienza respiratoria e di altri organi per un’infezione da morbillo.La bambina era affetta da una malattia cronica di base con compromissione neurologica e infezioni respiratorie ricorrenti. I soggetti con tali malattie croniche di base hanno un rischio più elevato di avere forme gravi di morbillo, infezione la cui mortalità è pari a 0,5-1 caso ogni 1000 malati.  La bambina, non vaccinata, era giunta in Ospedale già affetta da morbillo ed era stata ricoverata in Terapia Intensiva per la necessità di assistenza respiratoria. Dal 1 gennaio 2017 a oggi al Bambino Gesù si sono registrati  oltre 70 ricoveri per morbillo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *