Omicidio Noemi Durini: Tre molotov sono state lanciate contro la casa del fidanzato

Omicidio Noemi Durini: Tre molotov sono state lanciate contro la casa del fidanzato

Nella notte tra venerdì e sabato sono state lanciate contro l’abitazione della famiglia di Lucio, tre bottiglie riempite di benzina. Fortunatamente esse non sono esplose perché non erano accese.

Nel momento del lancio i genitori del 17enne, reo-confesso dell’omicidio di Noemi Durini, erano in casa e hanno quindi dato l’allarme. La loro abitazione di Montesardo, frazione di Alessano, è ora piantonata giorno e notte dalle forze dell’ordine.

Gli inquirenti stanno ora visionando i video di alcune telecamere private installate nella zona. Sembra che tra le due famiglie, quella di Lucio e di Noemi, sia in atto una vera e propria ‘guerra’ con accuse reciproche.

Si è quindi disposta una sorveglianza più potenziata anche a Specchia, presso il domicilio della giovane vittima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *