Uno studio: “Svolta storica, malati di Alzheimer potranno recuperare memoria”

alzheimer

Il morbo di Alzheimer è la malattia ad impatto estremamente significato a livello socioeconomico per quanto riguarda le patologie neurodegenerative, ovvero quelle legate alla progressiva morte dei neuroni con conseguenze cognitive, motorie e comportamentali.

Alcune ricerche hanno affermato che nel 2050 ci saranno 160 milioni di persone che ne soffriranno.

Seppur con un ricerca continua e battente, la malattia non conosce cura. La svolta potrebbe arrivare da una ricerca pubblicata pochi giorni fa in una rivista scientifica.

Come riporta Fanpage.it, per la prima volta, infatti, i ricercatori sono riusciti a invertire il processo della perdita di memoria, ottenendo risultati straordinari in un piccolo gruppo di pazienti.

Lo studio è stato sottoposto su 10 pazienti. Queste la parole del medico che ha seguito la ricerca:

“Questi pazienti – ha sottolineato il ricercatore – prima di iniziare il trattamento avevano ricevuto tutti una diagnosi di declino cognitivo lieve, deficit cognitivo soggettivo o di morbo di Alzheimer, e i nostri test di follow-up hanno dimostrato che per alcuni di essi si è passati da una situazione di anormalità a quello di normalità”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *