«Amò, che fai mmiez e putt***?!»: va a prostitute e trova la moglie: rissa in strada

NAPOLI. Clamoroso episodio accaduto a Napoli la notte scorsa. Una tranquilla giornata di inizio estate, passata con i rispettivi suoceri, è appena finita e Paolo S., 51 anni della periferia di Napoli dice alla moglie di voler trascorrere una serata tra amici.

Prima di uscire dice alla donna (Clara T., 37 anni) di non aspettarlo perchè avrebbe dormito a casa di amici. L’uomo, nascondendosi dietro la bugia, durante la notte è andato invece a prostitute, come ormai era solito fare da diverso tempo. Era un cliente abituale delle prostitute nella zona di Barra, ma per quella notte, non si sa perché, ha deciso di cambiare ed andare su via Gianturco dove da tempo, accanto alle nigeriane sono apparse anche lucciole ‘nostrane’.

Alla vista della prima ‘lucciola’ si ferma e abbassa il finestrino della propria auto per chiedere alla donna il prezzo della prestazione, ma scopre che quella stessa donna in minigonna con la borsetta e i tacchi a spillo è proprio sua moglie.

Pare che la donna, infatti, svolgesse quest’attività da diverso tempo, approfittando delle continue assenze del marito. La decisione della donna dettata dalle difficoltà economiche vissute dalla sua famiglia.

Immediatamente l’uomo scende dalla macchina e comincia ad aggredire verbalmente la consorte, gli animi si scaldano e l’uomo inizia ad aggredirla anche fisicamente fin quando non vengono separati da una volante chiamata dai passanti che non avevano avuto il coraggio di intervenire. La voce della vicenda si è sparsa a Napoli e ha suscitato anche una certa ilarità nonostante le cause all’origine di tale episodio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *